9° Censimento dell'industria e dei serviziSito Istat

La rilevazione sulle istituzioni pubbliche

Tutte le informazioni utili per le istituzioni pubbliche coinvolte nel Censimento dell’industria e dei servizi 2011


Bookmark and Share



CHE COS’È E A CHI SI RIVOLGE

La rilevazione sulle istituzioni pubbliche è parte del Censimento generale dell’industria e dei servizi 2011 effettuato dall’Istat.

Obiettivi

L’Istat attraverso questa rilevazione ha acquisito non solo informazioni tradizionali sul settore pubblico, ma anche dati relativi a nuove tematiche di interesse del settore, quali l’amministrazione sostenibile, l’Ict e le caratteristiche e modalità di erogazione dei servizi sul territorio. In questo modo è possibile definire un preciso quadro informativo statistico sulle peculiarità strutturali e organizzative del settore pubblico in Italia e sui processi di modernizzazione della pubblica amministrazione, con una particolare attenzione al dettaglio territoriale tramite la rilevazione dei dati a livello delle singole unità locali presso cui operano le istituzioni.

Novità

Queste le principali novità introdotte rispetto alle precedenti edizioni della rilevazione sulle istituzioni pubbliche:

  • la rilevazione è articolata in due fasi successive, la prima propedeutica alla seconda;
  • la compilazione e restituzione dei questionari di rilevazione si svolge esclusivamente on line in entrambe le fasi;
  • non sono previsti rilevatori, in quanto le istituzioni pubbliche sono investite di funzioni di coordinamento e di supervisione delle operazioni censuarie, nominando ognuna un proprio dirigente o funzionario come incaricato del coordinamento della rilevazione per la propria unità istituzionale.
  • le operazioni di compilazione dei questionari telematici sono continuamente monitorate.

L’universo di riferimento

Le istituzioni pubbliche sono unità giuridico-economiche la cui funzione principale è quella di produrre beni e servizi non destinabili alla vendita e/o di ridistribuire il reddito e la ricchezza e le cui risorse principali sono costituite da prelevamenti obbligatori effettuati presso le famiglie, le imprese e le istituzioni non profit o da trasferimenti a fondo perduto ricevuti da altre istituzioni dell’amministrazione pubblica.

Sono circa 13mila le istituzioni pubbliche coinvolte nella rilevazione, inserite dall’Istat in una lista pre-censuaria predisposta sulla base di archivi amministrativi e fonti statistiche specifiche dei settori di pertinenza.

Si tratta, ad esempio, di:

  • Organi costituzionali e di rilievo costituzionale
  • Presidenza del Consiglio e Ministeri
  • Agenzie fiscali
  • Enti di regolazione dell’attività economica
  • Enti produttori di servizi economici
  • Autorità amministrative indipendenti
  • Enti a struttura associativa
  • Enti produttori di servizi assistenziali, ricreativi e culturali
  • Enti e istituzioni di ricerca
  • Istituti e stazioni sperimentali per la ricerca
  • Regioni e Province autonome
  • Enti locali (Province, Comuni, Comunità montane, Unioni di comuni)
  • Aziende sanitarie locali, aziende ospedaliere, policlinici e istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici
  • Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
  • Enti regionali di sviluppo agricolo, parchi nazionali
  • Consorzi fra enti pubblici
  • Altre istituzioni pubbliche
    • Collegi e ordini professionali
    • Aziende di servizi alla persona (ASP)
    • Enti a struttura associativa (ACI provinciali, Agenzie ed enti di promozione turistica)
    • Aziende territoriali per l’edilizia residenziale (ATER), Istituti autonomi di case popolari (IACP)
    • Amministrazioni separate usi civici (ASUC)
    • Altri consorzi fra enti pubblici

Obbligo di risposta e tutela della privacy

Rispondere al Censimento è obbligatorio (art. 7 D.lgs. n. 322 del 6 settembre 1989). I dati raccolti, tutelati dal segreto d’ufficio e dal segreto statistico possono essere utilizzati solo per fini statistici.

  • NEWS
  • INFOGRAFICHE

Sistan
9° Censimento generale dell’industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit 2011